mercoledì 30 dicembre 2009

buon anno

buon anno a tutti. Che sia felice, pieno di armonia e di sogni realizzati. Un anno pieno di Luce e di felicità.

martedì 22 dicembre 2009

Auguri

Lo staff A.I.RE. Augura a tutti gli Amici un Natale all'insegna dell'Amore, della Pace e di condivisione che possa unire i vostri cuori.

Vi Auguriamo un 2010 all'insegna dell'amore!

lunedì 14 dicembre 2009

reiki un modo di essere

L’ attivazione del Reiki é qualcosa che va oltre un trattamento personale e individuale di benessere.

Iniziando a praticare Reiki si attiva una continua crescita di sé stessi, nell'amore e per l'amore. Una crescita personale che è fondamentale imparare a gestire, poiché l'energia che si diffonde in noi e attorno a noi, rende giorno dopo giorno, tutti più consapevoli riguardo ai propri doveri ed al proprio compito sulla terra.

Così, a volte, sembra difficile e complicato mantenere la propria integrità e ci si può sentire prigionieri di dubbi che da soli non si è in grado di risolvere.

Essere canali Relki, significa attuare una costante condivisione con gli altri. Scambiare non solo energia ma anche opinioni, percezioni, esperienza.

Non possiamo dimenticare infatti che la nostra crescita é anche la crescita degli altri e che solo condividendo noi possiamo attingere alla Fonte Universale.

ReIki è un modo di vivere e contemporaneamente Un modo di essere.

Di giorno in giorno avviene un cambiamento che permette di confrontarsi diversamente con sé stessi e con gli altri.

Poiché Reiki rappresenta molto di più che un semplice flusso

energetico: Reiki è Energia d'Amore Universale.

domenica 13 dicembre 2009

Reiki un continuo percorso di crescita

di Lorenzo Cella

In questa parte del blog, ho voluto dedicare spazio alla spinta iniziale che mi ha portato a conoscere Reiki e parlare dei cambiamenti che sono avvenuti in me, in questo continuo percorso.
Ricordo fin da piccolo di esser sempre stato molto curioso, cercavo risposte a domande del tipo: chi siamo, da dove veniamo, che senso ha la vita ecc.. A questo proposito facevo molte domande, ai miei genitori, a Religiosi, ai miei insegnanti di scuola e agli amici.
Le risposte che ricevevo erano assolute ed indiscutibili, del tipo: non esiste un perché, devi solamente credere è cosi! A me non è mai piaciuto, "credere" in una verità assoluta e il mio animo da "ricercatore"mi spingeva a trovare una filosofia o Religione più adatta a me..
Un giorno a causa di un incidente automobilistico, mi ritrovai in un letto di ospedale, dolorante, ma con molti giorni da dedicare a me stesso e alla lettura.. Ricordo quel periodo nel quale l' unica posizione che potevo assumere era quella disteso in posizione supina, causa fratture a livello scapolare e spinale. Sembra strano, ma in quella occasione, stavano per arrivare le risposte cosi tanto cercate. Un bel giorno si presenta da me, il mio insegnante di arti marziali, ricordo che delicatamente appoggiò il braccio sulla mia gamba, (ero totalmente inconsapevole di quello che stava succedendo) sentii una sensazione di calore, mista a formicolio espandersi all' interno del mio corpo, donandomi serenità e benessere. Era incredibile, non avevo mai provato nulla del genere.
Fu quella, effettivamente la prima volta che ricevetti Reiki.
Giorno dopo giorno, trattamento dopo trattamento, iniziavo a star sempre meglio e provavo sensazioni diverse, mai provate prima. Fu cosi che iniziò il mio percorso con Reiki. Dopo sei mesi circa, appena dopo essermi ristabilito, mi iscrissi al corso di Primo Livello.. che a distanza di anni, completai col diventare Master.
Reiki, oltre a fornirmi la capacità di essere un canale per l' energia vitale universale, dandomi la capacità di "attivare" a Reiki i miei allievi, di trattare me stesso e molte altre persone, mi ha insegnato a guardare in me, mi ha spinto allo studio, verso discipline, filosofie e Religioni diverse, ma soprattutto mi ha dato la forza per cambiare me stesso nel profondo, aprendo la finestra della mia mente, aiutandomi a trovare serenità e tranquillità, per godere dell' oggi, del qui e ora.
Grazie a Reiki ho capito che una persona straordinaria è una persona ordinaria, che non si mette in mostra, non si ferma all' apparenza, ma cerca qualcosa di più, alla quale sta a cuore imparare, capire, studiare, aiutando se stessa e gli altri.
Oggi, sono grato ai miei insegnanti, che con la loro passione e volontà mi hanno consentito di camminare lungo la strada che ora mi consente di scrivere questo blog, sono grato ai miei genitori per l' educazione che ho ricevuto, sono grato agli scritti degli antichi, alla saggezza del Buddha, che con i suoi insegnamenti, siano essi: le 4 nobili verità, le 6 paramita, il discorso fatto ai 1000 monaci, o semplicemente con la sua vita, mi hanno permesso di aprire la mia mente, insegnandomi a non credere ciecamente, ma nel sperimentare e che per essere un "perfetto canale" dobbiamo prima imparare a lasciar andare, la nostra rabbia, il nostro rancore, la nostra sofferenza, il nostro ego, il nostro io..
Ringrazio i miei attuali allievi e quelli che verranno perché oltre a darmi la possibilità di mettermi sempre in gioco, mi insegnano sempre qualcosa di nuovo.
Infine ringrazio Reiki, perché è grazie ad esso se il mio percorso di crescita si è e si sta realizzando.
Spero vivamente che Reiki possa essere il mezzo che vi conduca alla felicità e alla pace interiore, sempre
comunque consapevole che, come disse Buddha: "ci sono migliaia di porte diverse, per persone diverse. e nella vita, ognuno sceglie la sua".

martedì 13 ottobre 2009

reiki in ospedale

REIKI E SCIENZA



Reiki ed emicrania:

Nell'ambito degli studi osservazionali sulle Medicine Complementari nella Regione Lombardia, realizzati in attuazione della DGR n. VI/48041/2000 (DDG 16935 del 12/7/2001, punto 8.2), si è concluso lo studio dal titolo:
LE TECNICHE DI RILASSAMENTO COME TERAPIA DI SUPPORTO NELLA CURA DEL DOLORE: REIKI ED EMICRANIA
Autori: Merati L.,MD, Brianzoli C.,psy, Colombo L.,MD, *Cofrancesco E., MD Ospedale San Carlo Borromeo, Centro Ambulatoriale di Medicina Psicosomatica, e *Dip. di Scienze Medico chirurgiche, Università di Milano - Risultati ricerca.

Altre

Ricerche concluse e pubblicazioni

Di seguito sono riportate le ricerche promosse dall’Associazione REF, concluse e rese pubbliche durante convegni/congressi a livello nazionale oppure su riviste nazionali o internazionali.

Reiki e cure palliative:

E’ stato pubblicato sulla Rivista Italiana di Cure Palliative, Numero 3, Autunno 2005, alle pagine: 54-59, il seguente lavoro:

IL REIKI NELL’ASSISTENZA INFERMIERISTICA AL PAZIENTE ANZIANO CON NEOPLASIA AVANZATA

Autori: Vitale MT, nur, La Grassa ME, nur, Lombardi F, MD, Cova D, MD, *Cofrancesco E, MD; UOC di Onco-Geriatria, Istituto Geriatrico “Pio Albergo Trivulzio” e *Dip. di Scienze Medico chirurgiche, Università di Milano


Reiki e prevenzione del burnout:

Durante il XX Congresso Nazionale S.I.M.P. Società Italiana di Medicina Psicosomatica, “L'ansia nella clinica e nella società attuale. Prospettive di formazione - prevenzione e terapia”, che si è tenuto a Verona dal 20 al 23 ottobre 2005, è stato presentato come argomento della Tavola Rotonda il lavoro dal titolo:

L’AUTO-TRATTAMENTO REIKI COME STRUMENTO DI SELF HELP NELLA PREVENZIONE E CURA DEL BURNOUT

Autori: Cofrancesco E., Merati L.*, Dip. di Scienze Medico chirurgiche, Università di Milano e * Centro Ambulatoriale di Medicina Psicosomatica, Ospedale San Carlo Borromeo, Milano.



Reiki, spiritual healing

Durante il XX Congresso Nazionale S.I.M.P. Società Italiana di Medicina Psicosomatica, “L'ansia nella clinica e nella società attuale. Prospettive di formazione - prevenzione e terapia”, che si è tenuto a Verona dal 20 al 23 ottobre 2005, è stato presentato il lavoro dal titolo:

REIKI, UNA CURA SPIRITUALE DELL’ANSIA, DELLA DEPRESSIONE E DEL DOLORE IN CLINICA

Autori: Cofrancesco E., Merati L.*, Dip. di Scienze Medico chirurgiche, Università di Milano e * Centro Ambulatoriale di Medicina Psicosomatica, Ospedale San Carlo Borromeo, Milano.



Reiki e paziente oncologico anziano:

Presso l’Istituto Geriatrico Pio Albergo Trivulzio di Milano è stato condotto lo studio dal titolo:

LE TECNICHE DI RILASSAMENTO NELLA CURA DEL DOLORE: REIKI E PAZIENTE ONCOLOGICO ANZIANO
Autori: Vitale MT, nur, La Grassa ME, nur, Cova D, MD, *Cofrancesco E, MD UOC di Onco-Geriatria, Istituto Geriatrico “Pio Albergo Trivulzio” e *Dip. di Scienze Medico chirurgiche, Università di Milano
Il lavoro è stato presentato all' XI Congresso della Società Italiana di Cure Palliative, Forlì, aprile 2004 e alla 8° Conferenza Nazionale degli Ospedali per la Promozione della Salute: "Nuova Governance in una rete di comunicazione", Riva del Garda, settembre 2004, ed è in corso di pubblicazione sulla Rivista Italiana di Cure Palliative.

Umanizzazione dell’assistenza: contributo delle Associazioni non profit:
Le finalità e i progetti della Associazione REF sono stati presentati al secondo Congresso Nazionale di Medicina e Persona, “Medico cura te stesso”, Milano, 12-14 giugno 2003, e al XI Congresso Nazionale della Società Italiana di Cure Palliative, Forlì, 31 Marzo – 3 Aprile 2004, in un poster dal titolo:
L’ASSOCIAZIONE REF (RICERCA, EDUCAZIONE E FORMAZIONE PER LA QUALITA’ DELLA VITA).
Cofrancesco E, MD, Dipartimento di Scienze Medico chirurgiche, Università di Milano


Il Self Help come strumento base dell’approccio integrato in sanità e nel sociale:

Durante il Convegno organizzato dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano nell’anno europeo del disabile (2003) dal titolo: “High Tech…High Touch. La lezione della disabilità per una medicina più umana”, tenutosi a Milano il 10 gennaio 2004, è stato presentato il Corso di perfezionamento dal titolo “PROMOZIONE DELLA SALUTE E SELF HELP PER INSEGNANTI E OPERATORI DI SOSTEGNO ALLO STUDENTE DISABILE", organizzato dalla Dott.ssa Elisabetta Cofrancesco per la Facoltà di Medicina e finanziato sul Fondo Sociale Europeo dalla Regione Lombardia.

Di seguito le info sono tratte da www.ilreiki.it

Nel 1994 l' U.S. National Institute of Health ha finanziato uno studio sulle ustioni, che ha evidenziato come il "Therapeutic Touch" sia efficace:
- nella diminuzione dell'ansia
- nella diminuzione della percezione del dolore
- nel facilitare i naturali processi di guarigione dell'organismo.

Dal 2001 il NIH sta finanziando uno studio clinico di Fase II (cioè con numero di casi compreso fra i 100 e i 300) sugli effetti del Reiki sulla neuropatia dolorosa e sul rischio cardiovascolare in soggetti diabetici.
E' in corso (2002-2004) uno studio sull'efficacia del Reiki nel trattamento della Fibromialgia, per opera della University of Washington (3935 University way NE - Seattle, WA 98195 - nassefi@u.washington.edu)

L'Albert Einstein Healthcare Network sta conducendo (2001 - 2003) ricerche scientifiche sull'efficacia del Reiki in casi di AIDS avanzato (trueg@aehn2.einstein.edu).
Per avere i dettagli di questi ed altri studi selezionare "Reiki" sul database delle ricerche scientifiche CRISP:

Il National Center for Complementary Medicine ha un database contenente vari articoli riguardanti il Reiki e le ricerche scientifiche condotte su di esso (digitare "Reiki").

Il National Institutes of Health sta conducendo studi sul Reiki applicato alla Fibromialgia, AIDS e Cancro della prostata. Per saperne di più visitate il sito di tale istituto.

NOTE:

(1) - Paul David Mitchell, The Blue Book, revised edition for The Reiki Alliance (Coeur d'Alene, Idaho: 1985), pagina 13.
(2) - Colloqui personali con i praticanti Reiki giapponesi Hiroshi Doi e Hyakuten Inamoto.
(3) - Pagina 56.
(4) - http://www.usatoday.com/news/health/2008-09-14-alternative-therapies_N.htm e www.reikiinhospitals.org
(5) - http://healthcare-research.suite101.com/article.cfm/reiki_in_hospitals
(6) - http://www.pubmedcentral.nih.gov/ PubMed è l'archivio digitale libero della letteratura biomedica e delle scienze della vita dell'Istituto Nazionale della Salute statunitense (National Institutes of Health - NIH). http://www.cochrane.org/ The Cochrane Collection fornisce accesso ad una collezione di database, finalizzati a raccogliere gli effetti delle cure per la salute e prove sulle pratiche mediche.
(7) - Nicole Makay, M.Sc., Stig Hansen, Ph.D., and Oona McFarlane, M.A., The Journal of Alternative and Complementary Medicine, Volume 10, Numero 6, 2004, pagg. 1077–1081. Questo studio è riportato anche in “The Science of Reiki” di Nicole Mackay, Reiki News Magazine (Estate 2005).
(8) - Ann Linda Baldwin, Ph.D, Christina Wagers, e Gary E. Schwartz, Ph.D., The Journal of Alternative and Complementary Medicine, Volume 14, Numero 4, 2008, pagg. 417–422.

domenica 11 ottobre 2009

Scopi dell'Associazione

L'associazione Italiana Reiki, è un'associazione senza fine di lucro.

Essa ha per oggetto:

* la divulgazione del metodo REIKtradizionale Giapponese attraverso conferenze, manifestazioni, edizioni, gruppi di lavoro, sessioni individuali e di gruppo presso la sede dell’Associazione e altrove; fiere, congressi, convegni e viaggi (questi ultimi destinati solo agli associati) nonché la partecipazione agli stessi anche organizzati da altre associazioni di cui si condividono finalità e metodi.

* la sperimentazione del metodo REIKI presso Aziende Ospedaliere e sanitarie che si rendessero disponibili con accordi e modalità che di volta in volta verranno stabiliti con la direzione del personale medico della struttura in oggetto;

* la costituzione del comitato tecnico-scientifico a scopo consultivo;

* la creazione di protocolli didattici per gli insegnanti e operatori affinchè operino attenendosi agli stessi. Il tutto in sintonia alla tradizione al metodo Usui e/o altri riconosciuti dall’Associazione e per la deontologia e l’operato pratico alle linee programmatiche stabilite dal regolamento interno dell’Associazione, la cui finalità è quella di garantire l’uniformità divulgativa del metodo e l’omogeneità delle tariffe per gli insegnanti e per le prestazioni degli operatori dei vari livelli. In detta ottica l’Associazione si adopererà anche per cercare di creare unità etico-professionali all’interno del mondo REIKI indipendentemente dalla scuola o dal lignaggio di appartenenza.

Il Regolamento Interno dell’Associazione avrà carattere etico, morale e tecnico; tutti i membri dovranno esserne a conoscenza, sottoscriverlo al momento dell’adesione all’Associazione ed esporlo ben in vista nelle loro sedi di lavoro. A tal proposito con il Regolamento Interno si procederà alla creazione di un tariffario allineato a cui si atterranno insegnanti ed operatori dei vari livelli aderenti all’Associazione;

* insegnanti ed operatori membri dell’associazione, che ne faranno richiesta, fatto salvo di averne i requisiti, verranno inseriti in un apposito albo professionale privato creato dall’Associazione stessa e/o pubblicato attraverso stampa idonea, per le modalità di ammissione all’albo vedi sezione e regolamento appositi;

* stabilire protocolli didattici e di formazione per i membri dell’Associazione e la fornitura del materiale didattico a chi ne farà richiesta;

* l’organizzazione dei seminari di altre discipline olistiche e scientifiche così che gli associati possano ampliare le loro conoscenze,* la creazione di un fondo da utilizzare per; borse di studio interne all’Associazione in modo da permettere anche a chi non avesse le possibilità economiche, di partecipare ad un seminario di I° livello, per l’assegnazione delle quali la decisione spetta insindacabilmente al Consiglio Direttivo. Inoltre vista la natura no-profit dell’Associazione, la stessa si adopererà per finanziare opere benefiche attraverso liberi versamenti a Enti o libere iniziative, missioni e quant’altro riterrà opportuno secondo quanto stabilito dal Regolamento Interno dell’Associazione e dalle possibilità della cassa - la pubblicità delle attività dell’Associazione attraverso internet, riviste di settore specializzate e/o altri strumenti mediatici ritenuti idonei;* promuove e sostiene altresì le discipline orientate verso lo sviluppo biofisico, psicologico e spirituale degli individui al fine di favorire il miglioramento delle condizioni di vita dell’essere umano e della sua maturazione interiore a mezzo delle discipline bio-psichiche, psicosomatiche e filosofiche sia nella pratica diretta che negli aspetti tecnici, formativi, di studio, di ricerca, di direzione, nei movimenti culturali e artistici;Tutto ciò nel pieno rispetto di ogni credo, scuola, filosofia individuale o religione.

P.S.
Vorremmo chiarire che, l'Associazione non vuole sostituirsi all'individualità degli insegnanti, e degli operatori, ma bensì, stabilire delle regole etiche dettate dal buon senso, con lo scopo di attirare a sè, tutte quelle persone in sintonia con gli obiettivi della stessa. Reiki, non è solamente una tecnica, è principalmente un percorso di crescita spirituale, che, come tale ha come scopo la liberazione da tutti i condizionamenti della mente, per permettere a chiunque di vivere una vita sana, gioiosa e piena d'Amore. L'Amore stesso è sinonimo di libertà, ma è anche vero che tutte le discipline spirituali ci insegnano che la libertà si ottiene applicando delle semplici direttive, attraverso le quali, si ottiene la liberazione totale e l'unione con l'Universo.